Borgio Verezzi: indagine sul senso di appartenenza all’Europa ai partecipanti alle giornata FAI

BORGIO VEREZZI: INDAGINE SUL SENSO D’APPARTENENZA ALL’EUROPA AI PARTECIPANTI ALLE GIORNATE FAI

DAI PRIMI DATI EMERGE CHE IL SENSO D’APPARTENENZA ALL’EUROPA SUPERA IL 70%, MENTRE IL 60% DEGLI INTERVISTATI RITIENE CHE I MOVIMENTI E I PARTITI NAZIONAL- POPULISTI POSSANO NUOCERE ALLA COESIONE EUROPEAI E 87% PENSA CHE GRAZIE ALLA COMUNITA’ EUROPEA IL NOSTRO PAESE VIVA IN PACE DA OLTRE SESSANTANNI

 

BORGIO VEREZZI (SV). E’ partito il PON-FSE per la scuola – competenze e ambienti per l’apprendimento 2014-2020 – azione 10.2.2 – UN DATABASE PER L’EUROPA con il modulo “Tornare a Ventotene” con un’indagine a campione sui partecipanti alla Giornate  FAI di primavera di Borgio Verezzi.

La ricerca, sostenuta dall’amministrazione comunale, ha come obiettivo: ”misurare gli atteggiamenti, le opinioni e in generale il sentimento delle persone relativamente al senso di appartenenza all’Europa. In particolare, il questionario vuole confutare la tesi secondo cui più alto è lo status sociale e il grado d’istruzione e maggiore è il senso di appartenenza alla Unione Europea.”

Per questo motivo è stato scelto di testare i visitatori dei “tesori” di Borgio Verezzi, per  poi confrontarli con un campione di pubblico eterogeneo delle località limitrofe.

 

La ricerca sociale è stata svolta presso la Chiesa di San Pietro Apostolo,  il Santuario del Buon Consiglio, il Torrione e il Palazzo dei Consoli, i monumenti scelti dal Fondo Ambiente Italiano sezione di Albenga – Alassio per l’edizione 2019 delle Giornate Di Primavera.

L’attività didattica 2.0, svolta attraverso lo strumento del questionario con la piattaforma Google Drive  https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSd9rBkfZwYsErKyVXJjfAiFz3cK-b0-knHd1GFzK0bCcbaL7Q/viewform, rientra nelle azioni di integrazione e potenziamento delle competenze di base: comunicazione, informatica e lingue straniere.

Il progetto formativo, ideato dalle docenti Monica Barbera, Margherita Ratto e Barbara Mazzolli,  ha visto gli alunni del “Giancardi”, coordinati dagli esperti Marisa Guerra, Franco Laureri e dai tutor Elena Denegri e Liliana Sandri,  impegnati anche in attività di accoglienza con un info point nei pressi del palazzo comunale di Borgio Verezzi.

Al termine dei moduli è previsto, a cura del Centro Studi Sul Turismo, un convegno finale con la presentazione di un report delle attività svolte.

 

 

I commenti sono chiusi.