Grande successo per la cena di gala dedicata agli alunni speciali dell’alberghiero di Alassio

 

  

 

SUCCESSO PER CENA DI GALA DEDICATA AGLI ALUNNI SPECIALI DELL’ALBERGHIERO DI ALASSIO

Uno straordinario gioco di squadra tra società civile e scuola   per il diritto allo studio delle persone con disabilità in previsione del prossimo 3 dicembre, la data che l’Organizzazione delle Nazioni Unite dedicata alla promozione del benessere e l’inclusione delle persone portatori di handicap

Alassio (Sv). Grande successo per la cena benefica dedicata agli special chef e maitre dell’alberghiero di Alassio per promuovere i diritti allo studio e al lavoro delle persone portatrici di disabilità.

Un grande gioco di squadra che ha visto ai fornelli e in sala, fianco a fianco, alunni normodotati e diversamente abili, guidati dai docenti e dal personale tecnico, preparare e servire oltre cento ospiti.

Una consuetudine, quella della cena del “3 dicembre”, che vede tante associazioni e club del territorio: dai Lions allo Zonta, da Allasio Donna a FIDAPA, unirsi ai docenti e al personale del “Giancardi” per sostenere le tante attività che la scuola offre a questi alunni per garantire la piena integrazione e l’inserimento lavorativo protetto a fine ciclo di studio.

Un impegno che negli anni ha visto i tanti alunni con disabilità inserirsi, grazie   a   laboratori   speciali   come   la   caffetteria   e   la   cucina   didattica   multimediale   del “Sorriso”, nei social bar di Alassio, Albenga e Finale Ligure e nelle strutture comunali e statali.

Un’esperienza quella dell’alberghiero di Alassio che parte dai primi anni ottanta e che ha visto la scuola alassina precursore nel campo dell’integrazione scolastica e nel diritto al lavoro, con progetti presi a modello ed esportati in altre realtà educative come i laboratori didattici multimediali e l’alternanza scuola-lavoro.

L’iniziativa è stata sostenuta dell’Assessorato alle politiche scolastiche del Comune di Alassio, da FIDAPA, da Alassio Donna e daello Club Zonta di Alassio-Albenga.

 
 
 
 
 
 
 
 
 

I commenti sono chiusi.